L'alto lago benevolo con la flotta ORC del Lario 


Nonostante la programmazione di fine stagione, l’alto lago ci ha regalato due giornate bellissime a cui ha fatto seguito una termica di tutto rispetto. Diciotto barche iscritte in ragione delle venticinque di media campionato quasi una delegazione della flotta ma certamente i piu agguerriti anche perche’ nonostante il numero di prove portate a termine il campionato per diversi raggruppamenti e’ ancora aperto segno che il sistema e le suddivisioni ORC del Lario hanno funzionato alla grande. A fare da controcanto a questa tappa ben tre Affiliati FIV lo YC Domaso con il suo presidente Carlo Restano che ha tirato le fila a cui hanno attivamente collaborato CV Cernobbio Luca Bertolani e YCMV Como con l’inossidabile Giancarlo Montorfano che in fatto di organizzazione e accoglienza non e’ secondo a nessuno. Chiamati a dirigere la regata dalla delegazione XV Zona FIV gli Udr Fernando Del Parigi profondo conoscitore delle problematiche ORC coadiuvato in questa occasione Marco Osnaghi e perl’appunto da Giancarlo Montorfano che tra i tanti impegni riesce pure a fare l’ufficiale. Quando alla merenda lo YCD ha superato ogni aspettativa predisponendo a fine regata ben due merende sia Sabato che Domenica con affettati, formaggi, pizza e crude’ di verdure annaffiati da ottimo vino e bevande varie. Il programma di Sabato prevedeva come da format due regate tecniche a cui e’ stata aggiunta una terza di recupero. Breva come dicevano mai sotto i dieci nodi. In occasione della prima tra 10 e 12 Kn sulla seconda da 14 a 22 Kn e la terza seppure in calo mai sotto i 14 Kn. Insomma belle prove bel campo bella organizzazione. I due comitati di regata presenti sullo specchio acqueo ORC e H22 si sono organizzati molto bene ragion per cui tutto e’ filato alla grande senza cagionare disturbo a nessuno. Ritardata di poco la partenza dal parte del CdR della prova Offshore di Domenica per dare tempo alla breva di stabilizzarsi. Nonostante la tipologia della regata la prova si e’ rivelata particolarmente tecnica per la presenza di due canali d’aria molto diversi di direzione e intensità che hanno in qualche modo sparigliato le carte. I locali pero’ che conoscono a menadito la zona si sono diretti da subito verso l’Olgiasca meglio conosciuta come Piona sede della omonima abazia guadagnando diverse l’unghezze da chiha scelto di sfruttare la fascia a destra sul lato di gravedona. Dalle classifiche sia di tappa che la generale prontamente aggiornate dalla nostra segreteria non possiamo che notare che ad eccezione del gruppo A saldamente in mano a ragazzi di Neghene’ Melges 24 dovremo attendere il 28/29 di settembre per conoscere i rispettivi vincitori di raggruppamento. Qui le foto scattate dal nostre fotograto ufficiale mentre sulla fascia a lato le classifiche. Qui i passaggi alla boa di bolina in occasione della lunga di Domenica.
Segreteria CVL2019


[ commenta ]   |  permalink  |   ( 3.1 / 49 )
Buone Ferie dalla Segreteria della Flotta ORC del Lario 


Non potevamo mandarVi in ferie senza pubblicare le classifiche generali che quest’anno a causa di situazioni del tutto particolari hanno richiesto un impegno della segreteria fuori dal comune. Ben due i casi in cui dopo i conteggi ci si e’ trovati con i tempi compensati esattamente identici per due imbarcazioni ragion per cui e’ stato necessario assegnare i mezzi punti con tutto quanto ne consegue. Le due tipologie di regata Inshore triple number e offshore Time on distance non sono gestibili direttamente nello stesso file ragion per cui s’e’ reso necessario generare un terzo file all’interno del quale riportare singolarmente le diverse classifiche per mettere a punto la generale. Vediamo nello specifico cosa ne e’ venuto fuori.
Nel gruppo (A) l’equipaggio di Neghene’ di Fabio Proverbio consolida la prima posizione distanziando il suo diretto concorrente Melagodo di Mario Vecchio di nove punti ragion per cui salvo situazioni particolari nel proseguo di campionato la posizione sembra acquisita. Con un distacco di soli quattro punti Melagodo e Bianca combatteranno con i loro affiatati equipaggi sino all’ultimo bordo per conquistarsi l’argento.
Tutto ancora aperto nel Gruppo (B1) tra Fantaghiro di Tomaso Gariboldi e Futura di Fiorenzo Longhi rispettivamente a dieci e dodici punti complessivi. Il bronzo sembra gia’ assegnato a Gallo Cedrone se non altro per la scarsa partecipazione al campionato.
Situazione analoga al Gruppo A per il Gruppo (B2) con Cat Maz di Stefano Dalle Donne a farla da padrone che distacca il diretto avversario di ben 11 punti. Abrakadabra di Andrea Benzi e Diablo combatteranno per l’argento certo e’ che l’equipaggio di Renzo Veronelli di nuova iscrizione pur avendo collezionato ben 7 dnc quando e’ presente si fa notare.
Il Gruppo (B3) che di fatto riunisce i J24 ha attualmente come punto di riferimento l’equipaggio dell’ex capoflotta J24 Ruggero Spreafico “Dejavu” che distacca quello dell’attuale capoflotta Mauro benfatto al momento di soli 5 punti e a seguire a 6 punti Bruschetta Guastafeste di Agostoni. In definitiva i giochi sul B3 sono ancora tutti aperti. Sara’ interessante vedere come si giocheranno le prossime tappe anche in ragione delle diverse caratteristiche degli equipaggi. Alcuni piu bravi nelle tecniche altri decisamente piu performanti nelle Offshore.
A grande richiesta sono state introdotte al momento ancora da definire nel dettaglio le speciali classifiche IOR e 6 metri stazza internazionale (6SI) che vedono al momento solo tre e due barche partecipanti. Si tratta ovviamente di un esperimento che ha il solo scopo di vedere come si possano raffrontare in modo piu appropriato le “vecchie glorie” da cui poi sono nati gli attuali sistemi di compenso. Il Comitato Organizzatore valuterà eventualmente di estendere questi sotto raggruppamenti ad altre vecchie barche che in qualche modo negli anni passati hanno gareggiato sia in IOR che nella speciale 6SI anche se per quest’ultima sarà difficile che si inseriscano altre imbarcazioni preziose come sono.
Nel gruppo (C) quest’anno si sta facendo notare “La Zia” barca del capoflotta ORC Enea Beretta coadiuvato dal coarmatore Claudio La Cerra. Due soli i punti di distacco per la verità dal fuoriclasse Fabrizio Ravasi su “sob sob” detentore del titolo dello scorso anno. Sara’ interessante anche in questo caso vedere come se la giocheranno per la prima posizione questi due Armatori che hanno piani velici completamente diversi ma che hanno compreso il modo di navigare bene rispettandosi a vicenda. Un bell’esempio di sportività non sempre riscontrabile in altre situazioni. Non va dimenticata la bella performance del Malbec ARG200 di Giuseppe Sola che quest’anno si sta conquistando il rispetto del resto della flotta.
In definitiva un campionato ancora tutto aperto per la gioia di Armatori ed Equipaggi grazie alla scelta della segreteria di introdurre i raggruppamenti che hanno vivacizzato ancora di piu il campionato. Il Prossimo appuntamento e’ previsto dopo le ferie a metà settembre precisamente 14 e 15 sempre in altro lago a cura di YCD YCMV Como e GEAS_NBC in concomitanza con il nazionale H22. Un bell’impegno per la segreteria che si e’ attivata come suo solito perche’ tutto fili per il meglio. Per coloro che hanno ancora voglia di ragionare sui numeri trovate la classifica generale pubblicata in fondo alla fascia a destra del nostro portale. Buone Ferie a Tutti!
(Segreteria CVL2019)


[ commenta ]   |  permalink  |   ( 3.1 / 80 )
Pescallo Domaso una splendida cavalcata 

Due splendide giornate di sole con aria inizialmente benevola intorno ai 6/7 Kn poi sempre piu intensa sino a raggiungere punte di 22/24 Kn nel pomeriggio di domenica in occasione delle regate tecniche. Particolarmente interessante la tappa di trasferimento da Pescallo a Domaso resa ancora piu tecnica dal posizionamento del cancello intermedio all’altezza di Corenno Plinio. Dopo lo stacchetto di bolina la flotta si e’ subito diretta verso Varenna del resto la breva su quel tratto ha retto bene come direzione sul traverso. In questa prima fase meglio hanno fatto le barche dotate di asimmetrico. Dopo la prima strambata molti si sono diretti a centro lago per dirigersi su Bellano. I piu avveduti hanno mantenuto la rotta completando il lato sulla sponda occidentale. Questa scelta ha permesso loro di guadagnare molte lunghezze sul resto della flotta tenendosi ampiamente discosti dal campo di regata optimist posizionato proprio fronte lago di Bellano. Avvicinandosi al canale di Dervio come previsto il vento e’ aumentato creando non poche difficoltà a coloro che si sono trovati a superare lo sbarramento dei kitesurf. Strambare sul cancello intermedio non e’ stato facile ma ha dato la possibilità a tutti di comprendere che la giornata si stava facendo seria e che da quel momento in avanti si doveva porre la massima attenzione alle manovre. A mezzo miglio dell’Olgiasca molte barche hanno disarmato la vela portante non ha caso perche’ nel proseguo questa zona riserva sempre pericoli per i repentini salti di vento. Giunti nello spazio acqueo di Dongo in effetti le prime avvisaglie con salti di 20/30 gradi ancora piu decisi man mano che ci si avvicinava a Domaso. Nonostante l’attenzione i salti di 90 gradi hanno provocato strambate involontarie senza pericolo grazie alle premure degli equipaggi. Analizzando il tempi di arrivo non si puo’ non prendere atto che tra la barca piu veloce e quello piu lenta su un percorso di 13 Miglia si nota un distacco di soli 30 minuti in reale e 20 in compensato. In ragione della particolarità del campo di regata gli UdR con l’appoggio della classe hanno anticipato di una mezzora il segnale di avviso delle prove domenicali.
A terra il Comitato Organizzatore di Vivere la Vela asd, YCMV Como ha organizzato un buon rinfresco per tutti mentre gli Ufficiali e il nostro responsabile di flotta si dedicavano alla compilazione delle classifiche di giornata per dare corso alla cerimonia delle premiazioni subito dopo. Molti equipaggi hanno poi deciso di cenare assieme in uno dei tanti crotti che la zona mette a disposizione dei turisti. In classe A sono ancora i Ragazzoni di Proverbio a conquistarsi la pool position in B1 l’equipaggio di Longhi con due primi non lascia scampo a Gariboldi e Nacci che se la sono giocata per la seconda posizione. In B2 il Team Veronelli lascia a bocca asciutta Dalle Donne e Nova rispettivamente secondi e terzi. Il match race Agostoni e Benfatto si chiude con la vittoria di quest’ultimo. Interessante la lotta nel gruppo C di Turco e Beretta con turco che prevale su beretta a pari punti per aver fatto il miglior punteggio sulla seconda prova.
Domenica si e’ capito da subito che i giochi si facevano duri per la presenza constante di una breva sopra in 20 nodi cio’ nonostante si sono viste partenze particolarmente complesse che hanno generato ben due richiami generali. Tre le prove andate in scena con gli equipaggio sempre piu stanchi di prova in prova. In effetti non si ricordano situazioni cosi dure negli ultimi due campionati degli scorsi anni. Analizzando le classifiche di giornata a parte qualche inversione tra i secondi e i terzi in classifica le posizioni dei primi sono risultate pressoche immutate nei diversi gruppi. In B1 e’ Dalle Donne che si prende la rivincita su Veronelli mentre in B3 e’ il team di Spreafico che con tre primi posti lascia a secco Benfatto, Agostoni e Tunesi. Diversa invece la situazioni nel Gruppo C con Beretta che stacca di ben 4 punti Sola e Saccardo a pari punti. Diversa sarebbe stata la situazione se il bravo equipaggio di Turco non avesse sbagliato una partenza prendendosi un ocs.
In definitiva una bella manifestazione grazie al percorso studiato della Lunga alla buona organizzazione generale e alla presenza del vento. A seguire le foto del nostro fotografo ufficiale coadiuvate da quelle dell’armatore Amico Federico Boracchi. Altre foto a cura di Vivere La Vela Asd. Il prossimo impegno e per metà luglio presso il CV Bellano. Il Bando di regata e’ gia’ disponibile sul sito del campionato.
Segreteria CVL2019


[ commenta ]   |  permalink  |   ( 3.1 / 76 )
Poca aria ma tanta bellezza a Pescallo 


Sapevamo di dover affrontare una tappa particolare per le difficili condizioni d’aria di Pescallo ma quest’anno la breva non e’ stata proprio benevola con la nostra flotta. Che il clima stia cambiando oramai non lo si puo’ catalogare come una fisima di qualche metereologo. Mentre a Pescallo l’aria si faceva desiderare a poche decine di chilometri in linea d’aria sul lago di Ginevra in occasione della Bol D’or una tempesta con venti di 55 Kn faceva disalberare diverse barche in regata. Insomma c’e’ andata bene perche’ le nostre barche sono molto delicate soprattutto le vecchie signore e qualche piccola che ancora dovra’ farsi le ossa per affrontare le ire di Giunone. Cio nonostante la tappa e’ stata organizzata e gestita molto bene dal Comitato Organizzatore che si e’ dato un gran d’affare per metterci a disposizione i posti barca non solo per il sabato ma anche per i giorni a venire tante’ vero che molte barche sono rimaste in loco in attesa della prossima tappa che avra’ inizio ancora da Pescallo con meta finale Domaso. Il Comitato di Regata ha fatto quello che ha potuto e l’annullamento della prova di Domenica e’ stato un atto di grande senso di responsabilità nei confronti dell’intera flotta. Certo le barche veloci avrebbero completato seppure con tempi di percorrenza lunghissimi il percorso ma chi e’ preposto a fare valutazioni sulla regolarità della regata ha la necessità di guardare lontano. Lungimirante dunque la decisione in quanto le piccole e molte altre non sarebbero mai arrivate neppure alla boa della Gaeta. Certo rimane un po di tristezza in chi con tanta difficoltà ha raggiunto parte dell’obiettivo ma dobbiamo anche rimarcare che a parte qualche battuta che ci puo’ stare tutti hanno ben compreso questa decisione. Abbiamo goduto dell’ospitalità dei padroni di casa Sissi e Carlo Gilardoni che ci hanno letteralmente coccolati nello loro splendida dimora al punto che molti di noi si sono sentiti talmente a casa loro che si sono accomodati in giardino apprezzando la bellezza del luogo che ha favorito piacevoli conversazioni. Che dire poi che”toc” e delle preziose ricette non solo culinarie del poeta/cuoco Angelo che ogni anno sapientemente distribuisce a tutti noi. Un’occasione unica dunque per condividere assieme momenti di serenità che hanno reso ancora piu forti le nostre Amicizie. Ci rivediamo tutti tra quindici giorni sempre a Pescallo per la tappa di trasferimento verso Domaso nel frattempo ricordatevi di guadagnare punti famiglia…. Un caro saluto e presto rivederci. Chi non ha partecipato potrà rendersi conto di questo angolo di paradiso dagli scatti del nostro bravo fotografo che desideriamo ringraziare tanto!

[ commenta ] ( 8 visite )   |  permalink  |   ( 3.2 / 103 )
Chiusura col botto del Campionato Velico del Lario ORC 2018 a Mandello 


Otto tappe sedici giornate di vela ventitre regate di cui otto offshore e quindici Inshore. Ventotto barche iscritte , duecento atleti che si sono avvicendati nelle diverse regate e dieci Circoli Velici che si sono alternati nella gestione delle tappe. Questi gli straordinari numeri del Campionato Velico del Lario Edizione 2018. Ma il dato piu straordinario e’ che delle sedici giornate ben quindici sono state belle sotto il profilo del vento. Insomma si e’ sempre regatato con grande soddisfazione di tutti gli equipaggi. Questi i numeri che il Resp. di Flotta Enea Beretta ha riferito agli Armatori presenti alla riunione di classe che e’ seguita alla regata offshore di sabato pomeriggio presso la sede della LNI Mandello del Lario. Con la regata inshore di Domenica il campionato ORC dedicato alle barche minialtura/altura del Lario piu partecipato chiude l’edizione 2018. Ulteriore motivo di soddisfazione da parte del responsabile di flotta la presenza in questa ultima tappa di campionato anche di diverse barche degli Amici della Flotta H22 altra flotta in crescita sul nostro lago unitamente ad altra gradita presenza di altri Amici per i quali il campionato del Lario come e’ stato per altri potrebbe essere anche l’occasione per rivedersi e ripartire alla grande.
Le classifiche generali suddivise su tre gruppi (A, B, C) in ragione delle diverse perfomance delle barche vede al terzo gradino del podio del gruppo “C” con 40 punti ITA 744 “La Zia” degli Armatori La Cerra Claudio e Beretta Enea con l’equipaggio (La cerra, Beretta, Brebbia, Ponziani, Tessari, Colombo, Ottolina, Lambri) alternatosi nelle diverse tappe. Al secondo posto del gruppo “C” con 29 punti ITA 8530 Sob Sob dell’Armatore Ravasi Fabrizio con equipaggio (Ravasi, Mocerino, Pantano, Gariboldi, Ravasi L, Marioni, Banfi, Martini R, Martini E,). Con 18 punti 16 prime posizioni si qualifica al primo posto del Gruppo “C” ITA 1180 dell’Armatore Greco Manuli “Va Pensiero” H Boat con il granitico equipaggio (Greco Manuli, Cameroni, Vitali). Molto bene han fatto anche gli equipaggi di ITA002 “Surprise” dell’Armatore Bianchi Massimo in quarta posizione a 62 punti.
Nel gruppo “B” dopo una estenuante guerra punto su punto ITA 17 “Cat Maz” dell’Armatore Dalle Donne Stefano scippa la terza posizione alla Bellissima “Gullisara” dell’Armatore Andrea Ratti. A dare Manforte a Dalle donne il collaudato equipaggio (Dalle Donne, Zattoni, Nistico, Rupinieri, Giulio). A meno di venti punti di distanza da Ratti ITA 1537 “Futura” J80 dell’Armatore Fiorenzo Longhi. In seconda posizione del gruppo “B” con 32 punti la new entry ITA 104 “Mercenaria Gilda XS” dell’Armatore Matteo Costa con l’equipaggio (Pusterla, Politi, Elli, Marchini, Nava, Voghi). Vittoria piu che meritata in categoria “B” con 24 punti di cui 11 prime posizioni ITA469 “Bruschetta Guastafeste” degli Armatori Agostoni Sergio e Ciceri Sonia con l’equipaggio (Agostoni, Ciceri S, Ciceri A, Bosisio, Maisto, Cinacchi, Canzi, Ghion).
Nel performanti gruppo “A” a 45 punti ITA 3064 “Bianca” dell’Armatore Pedrazzani Alfredo si aggiudica la terza posizione con l’equipaggio (Pedrazzani B, Pedrazzani A, Romanini F, Romanini G Revera, Galli, Cerasuolo), al secondo gradino del podio SUI 180 “Melagodo” degli Armatori Vecchio Mario e Vismara Vittorio al timone Sergio Brivio coadiuvato dall’equipaggio (Vecchio, Vismara, Moioli, Feloj, Scianni, Beretta, Cazzaniga, Bertoletti, Nava, Cantu’, Pesenti). La Vittoria di Gruppo con 18 punti al giovane equipaggio di ITA122 “Neghene” dell’ Armatorio Proverbio Fabio con Andrea Amodeo al timone coadiuvato da (Proverbio F, Proverbio M, Caprara, Albertini, Vignati, Boffa, Albertini, Osti).
Le foto al momento pervenute dai Regatanti Longhi, Ciceri che ringraziamo per la celerita’
Segreteria CVL2018


[ commenta ] ( 5 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 295 )
Grande festa per i premiati del Campionato Velico del Lario 2017 
(In foto da sinistra il responsabile di flotta uscente Matteo Costa e il neoeletto Enea Beretta con Pierluigi Puthod ed equipaggio)
Venerdi scorso presso il ristorante della Società Canottieri Lecco gestito dallo shef Alberto Galbani una novantina di appassionati regatanti della flotta ORC del Lario accompagnati dal venticinque Armatori si sono ritrovati insieme per festeggiare i campioni 2017 dei tre raggruppamenti A, B e C. Ma come prevede il protocollo durante la serata si sono consegnati anche i premi speciali. Il Responsabile di Flotta uscente Matteo Costa dopo aver ringraziato gli astanti per la numerosa presenza ha fatto un rapido escursus sullo stato della flotta e del campionato 2017. “La mia presenza quest’anno al campionato e’ stata marginale in quanto come ben sapete sono stato particolarmente preso per il lavoro. Mi sono tenuto in contatto con tutti voi seppur telefonicamente o per tramite delle email del nostro portale. E’ stata un’esperienza molto bella seppur faticosa in certi momenti ma premiante sotto tutti gli aspetti. Auguro al neoeletto Responsabile di Flotta ORC del Lario Enea Beretta che mi ha affiancato in questi anni nella gestione delle comunicazioni interne alla flotta di proseguire sul cammino fatto”. L’ordine dei lavori prevedeva infatti ad inizio serata la votazione del nuovo rappresentate di flotta a fronte delle dimissioni rassegnate dal Costa. Chiamati a votare per alzata di mano i venticinque Armatori presenti su due candidature. “Ringrazio tutti Voi per la stima dimostratami in tutti questi anni. Mi avete conosciuto come Ufficiale di Regata compito come ben sapete a me caro e di cui se me ne sara’ data ancora la possibilità continuero’ a svolgere nel campionato. E’ altresi’ mio desiderio salire a bordo delle barche tutte le volte che ne avro’ la possibilità per condividere con ognuno di Voi la gioia di regatare ma anche per rendermi conto personalmente degli aspetti che debbono essere appianati per migliorare il nostro campionato. Nel prossimo febbraio ci ritroveremo ancora in occasione dello stazza day per la raccolta delle adesioni dell’edizione 2018 e fornire assistenza ai nuovi Armatori. A fronte delle prospettate adesioni Il prossimo anni si prevedere una partecipazione media di almeno una trentina di barche a regata”. Cosi ha chiuso il suo intervento il neo eletto Enea Beretta.
A metà della cena come da consuetudine in occasione della tappe del CVL la cerimonia delle premiazioni diretta da entrambi i responsabili di flotta. Nel gruppo (C) Terzo Classificato Fabrizio Ravasi dello YCD su Stag 24 “Sob Sob” in seconda posizione Andrea Ratti CNAM sul Minitonner Gullisara. Vincitore del campionato in classe (C) Alessandro De Felice LNI MI su First 210 “Dolasilla”. A seguire le premiazioni dei raggruppamenti (A+B). Al terzo gradino del podio Alberto De Amicis CVB su Soling “Sindbad” salendo di una posizione Federico Boracchi CVP soling “Anda Guapa”. Vincitore del raggruppamento (A+B) e Campione ORC del Lario 2017 Pierluigi Puthod CVB sempre su soling “Whisky 7”.
I premi speciali (Fair Play) Paolo Nava CN Portese su Rivetto “Verushka”, Il premio (Fedeltà) Massimo Bianchi CVM first 211 “Surprise”. Infine il premio (Una vita per la vela) e’ stato assegnato a Luigi Cerletti CVM Armatore dello splendido 6 Metri SI “Bau Bau” con la seguente motivazione: “Per meriti nella conservazione del patrimonio della vela storica lariana e non solo. Per il contributo nello sviluppo delle regate ORC de lario”. A chiusura menzione speciale ai Circoli che hanno maggiormente contribuito a fornire imbarcazioni che hanno partecipato al campionato a loro riservato e in generale che hanno maggiormente stimolato i loro associati a partecipare alle tappe. Qui le foto della serata a cura dell'Arch Sonia Ciceri Co armatrice di "Bruschetta Guastafeste" J24.


[ commenta ] ( 12 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 746 )
Baciata da sole e dal vento anche la 4° tappa del CVL2017 ORC. 
Due giornate particolarmente interessanti sotto il profilo delle condizioni meteo con sole e vento a fare da controcanto ad un’organizzazione di tutto rispetto. Marvelia Asd di Dongo che per la prima volta ha avuto in gestione la tappa del campionato ORC del Lario ha dimostrato di saper gestire con competenza questa non facile manifestazione che vede tra le altre difficoltà anche una corretta gestione dei posti barca.
La tecniche di sabato si sono svolte sotto una breva inizialmente ballerina stabilizzatasi nel proseguo sui 14 Nodi . Dominio incontrastato nel gruppo A+B di Pierluigi Puthod su Wisky 7 Soling (1,1) a seguire Boracchi Federico su Andaguapa altro soling (2,2) a seguire il j24 di Sergio Agostoni Bruschetta guastafeste (3,4).
Da segnalare la lenta ma inesorabile ascesa di Dalle Donne su Catmaz D772 e Pedrazzani sul Mumm 30 Bianca. Nel Gruppo C continua la lotta per le prime posizioni tra Dolasilla di De Felice e Gullisara di Ratti. In terza e quarta posizione Ravasi si Sob Sob e Turco su Prodige. Bianchi e Tirotti si contendono la quinta posizione con 28 punti ciascuno.
Domenica la lunga offshore sulla rotta Dongo S.M. Rezzonico e ritorno per complessive 8 Miglia e’ stata vinta in tempo reale da Bianca di Pedrazzani che ha dato 7 minuti al Soling di Puthod. Solo cinque secondi hanno separato il primo da bravissimo Boracchi su Anda Guapa. Anche in questo caso tanto sole e aria sino a 20 nodi misurata a metà percorso dal Comitato di Regata proprio in corrispondeza del passaggio critico di Dervio dove come previsto la flotta dei Kyte ha reso la vita un po difficile ma altrettanto interessante ai regatanti.
Partecipata la cena di sabato sera con le prelibatezze della cucina Marvelia ad alietare la festosa carovana che per l’occasione ha festeggiato il compleanno di uno dei coordinatori del CVL e distribuito i premi per le regate tecniche del pomeriggio.

[ commenta ] ( 28 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 766 )
1° tappa Puthod e De Felice la spuntano nelle tecniche, De Amicis e La Cerra campioni nella offshore 
Comincia sotto i migliori auspici il Campionato Velico del Lario 2017 con la prima tappa disputatasi tra Valmadrera e Pescallo di Bellagio. Nonostante le pessime previsioni meteo la flotta e’ stata graziata con due giornate soleggiate e calde. Il vento che non e’ mai mancato a parte qualche capriccio nella giornata di sabato, ha permesso di completare tutte le prove in programma.
Sabato 1 aprile si sono disputate due prove tecniche nel campo di regata classico bastone con offset fra il Moregallo e la Baia Parè. Diciassette le imbarcazioni partecipanti suddivise in due raggruppamenti: A+B,C.
Acerrima battaglia a colpi di raffinate scelte tattiche nel Gruppo A+B dei tre Soling: l’ha spuntata Pierluigi Puthod con il suo Whisky 7 new entry del cvl tallonato da Federico Boracchi ed Alberto De Amicis veterani che chiudono ripettivamente 2° e 3°. Vende cara la pella anche il J24 Bruschetta Guastafeste di Sergio Agostoni sempre alle calcagna dei tre agguerriti Soling.
Nel gruppo C delle tecniche si è conclusa a pari punti la sfida fra il First 210 Dolasilla di Alessandro De Felice e Gullisara il minitonner di Andrea Ratti tallonati da Sob Sob, lo Stag 24 di Fabrizio Ravasi.
Domenica regata lunga (offshore) sulla rotta Valmadrera Pescallo di Bellagio con un cancello a metà percorso. Nel gruppo A+B i tre Soling prendono da subito la testa tallonati dal solito J24 Bruschetta Guastafeste seguito dai Meteor di Marvelia che presa confidenza con il mezzo mostrano di avere tutte le carte in regola per diventare pericolosi. All’arrivo a Pescallo un errore tattico di Puthod permette ad Alberto De Amicis di avvantaggiarsene. Nel gruppo C dura battaglia fra Dolasilla e Gullisara ma nelle retrovie La zia che quest’anno sfoggia un simmetrico di tutto rispetto, rosicchia lunghezze sugli avversari. Al cancello di Onno Dolasilla taglia davanti a Gullisara poi inspiegabilmente prende il bordo di destra. Gullisara interpreta meglio il campo e si tiene a sinistra. Al traverso di Lierna il sorpasso in tempo reale ma non in compensato. Se ne avvantaggia intelligentemente LaZia, l’Illimit di Claudio La Cerra che vince la prova dimostrando a tutti che in classe ORC si puo’ vincere anche con piccole imbarcazioni se si interpreta bene il campo e non si fanno errori.Al termine della prova durata circa 2 ore su un percorso di 9 miglia tutti i regatanti sono stati calorosamente ed amichevolmente accolti nella bellissima cornice della Villa Gilardoni Circolo Vela Pescallo che ha magistralmente organizzato un rinfresco e le premiazioni, rendendo la giornata particolarmente piacevole.Il prossimo appuntamento sarà dal 29 aprile al 1 maggio a Dervio per la seconda tappa in abbinamento al Campionato Nazionale Minialtura Area Laghi. Guarda il video

[ commenta ] ( 46 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 710 )
Aperte le Iscrizioni al CVL2017 
Quest’anno come anticipato in occasione dei nostri ultimi incontri la procedura d’iscrizione al CVL2017 sara’ un po diversa ma non per questo piu complessa.
Per chi ha partecipato all’edizione 2016
Dalla pagina del nostro sito cliccare su http://www.lariovela.it/crewlistDB/
Inserite le credenziali che vi sono state fornite in occasione delle ultime regate del 2016.
Ora dovrete aggiornare la documentazione disponibile cliccando sul tasto “le mie barche” . Inserite/verificate il certificato di assicurazione (fate una foto se non avete uno scanner ad allegatela con lo smartphone) e la richiesta di Rinnovo del certificato di rating (deve essere sottoscritta). La modulistica la trovate nella pagina principale del nostro sito. Se la Vostra barca e’ un One Design dovrete inserire/verificare il certificato di stazza. L’autorizzazione ad esporre pubblicità va richiesta in FIV. Il documento che vi verrà recapitato andra’ inserito nella sezione pubblicità. Potrete inserire quanti documenti volete anche separatamente. Ultimo aspetto non meno importante e’ la scelta della foto che meglio rappresenta la Vs barca ed equipaggio. Da quest’anno questa foto potra’ essere modificata a piacimento tutte le volte che vorrete. La foto e il certificato di rating saranno disponibili nella entry list cliccando rispettivamente su numero velico e nome barca. Confermate infine le modifiche apportate e chiudete la sezione barche.
A questo punto potrete passare ad “ISCRIZIONE CAMPIONATO” Verificate i vostri dati personali e scegliete la barca che vorrete iscrivere. Inserite (ma lo potrete fare anche successivamente seguendo la stessa procedura) la ricevuta del pagamento. Infine pigiate su Invia iscrizione e il gioco e’ fatto!
La quota d’iscrizione al campionato salvo riduzioni previste come da documento che trovate a questo link http://www.lariovela.it/cvl2017doc/Cont ... VL2017.pdf e’ di 80 Euro a barca comprensiva del certificato di rating da versarsi unicamente con bonifico bancario intestato a:

CIRCOLO VELICO TIVANO A.S.D.
Viale Promessi Sposi n° 168 Valmadrera
BCC Oggiono IBAN : IT04 G083 2951 6100 0000 0270 253

Ricordate di indicare Numero Velico e Nome barca

Per chi si iscrive per la prima volta dovrete richiedere le credenziali d’accesso cliccando su
http://www.lariovela.it/IscrizioneCIL2017
Entro un paio di giorni riceverete Login e Password che vi permetteranno di seguire la procedura precedentemente descritta. Naturalmente saremo a Vs. completa disposizione per supportarvi nelle misurazioni e compilazione della documentazione.
Teniamo a precisare che questo servizio come altri sono totalmente gratuiti. Ci poniamo come unico fine quello di avere il maggior numero di iscritti al campionato perche’ piu siamo e piu ci divertiamo.

[ commenta ] ( 44 visite )   |  permalink  |   ( 2.9 / 817 )
Stazza Day 2017 a Valmadrera 
Dopo il letargo invernale siamo pronti a ricominciare. Sara' come sapete la quarta edizione del Campionato Velico del Lario che si preannuncia quanto mai avvincente e l'organizzazione procede senza intoppi con la collaborazione dei circoli che sono stati coinvolti nella manifestazione.
Come sapete la novita' piu' rilevante e' la riduzione del numero di tappe che da 9 passa a 7; lo scorso anno siamo forse arrivati troppo 'lunghi' nella stagione ed abbiamo pensato che concentrare di piu' la manifestazione potesse dare dei benefici. Il tempo ci dira' se la scelta sara' stata opportuna.
Come da programma che trovate anche sul sito www.lariovela.it/campionatovelico2017, cominciamo con la presentazione del Campionato contestualmente allo stazza-day per tutti coloro che hanno vele nuove da misurare.
Ci troveremo SABATO 18 FEBBRAIO alle ore 10.00 presso la sede del Circolo Vela Tivano di Valmadrera.
Dalle 9.00 in poi noi saremo comunque in loco; chi volesse gia' iscriversi lo potra' naturalmente fare portando la solita documentazione richiesta (assicurazione, tessere FIV, certificato ORC 2016 per rinnovo ecc.)
Come credo gia' sapete quest'anno saremo orfani dei Melges24 che disputeranno un loro circuito ed ai quali auguriamo di cuore buon vento per il successo della loro manifestazione.
Inutile dirvi che Enea ed io ci aspettiamo tanti, tantissimi iscritti. A tal proposito invito tutti a fare da cassa di risonanza con gli Amici, gli Armatori pigri ed indecisi che hanno una barca e che ancora non si sono cimentati nel Campionato Velico.
Un invito ulteriore a tutti i Circoli velici del lago, coinvolti nel Campionato e non, affinche' possano mettere a disposizione dei loro soci almeno una barca per dare la possibilita' al circolo stesso di avere visibilita' ed a noi di avere barche in piu'.
Invito tutti a dare un'occhiata al nostro sito poiche' sono gia' disponibili molte informazioni sul Campionato.
Enea vi inoltrera' a breve una mail con ulteriori informazioni tecniche e di servizio.
Ci vediamo a Valmadrera; sara' una bella occasione per salutarci, per scambiare quattro chiacchere e per riaccendere i motori!

Buon Vento a tutti

Matteo Costa
Delegato ORC Lario

[ commenta ] ( 26 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 817 )
L’ottava tappa del CVL e la storica Coppa Bellano 
Sole e un bel vento costante per l’ottava tappa del Campionato Velico del Lario, svoltasi nelle acque davanti a Bellano nel weekend appena trascorso – 24-25 settembre -. La tappa, penultima del circuito, includeva la storica Coppa Bellano, la più antica regata d’Italia, giunta alla sua 74^ edizione.
Dopo la pausa estiva e la tappa di Domaso disputata la scorsa settimana, dunque, il Campionato ha dato nuovamente spettacolo con questo importante appuntamento magistralmente organizzata dal Circolo Vela Bellano. Il meteo ha regalato condizioni di vento ottimali, con Breva costante tra gli 8 e gli 11 nodi sia durante le due prove tecniche del sabato sia per la regata lunga della domenica.
A primeggiare in classe ORC A è stato nuovamente “Epervier”, il Melges 24 di Tino Brianza, che ha vinto tutte le prove in programma. Incidente di percorso, invece, per il suo più agguerrito avversario, il Keeler 28 “Mercenaria Gilda” di Matteo Costa, costretto a rinunciare alla regata lunga per una collisione avvenuta durante la partenza della seconda prova. Secondo classificato il Melges 24 “Missulteam” di Antonio Volpi, mentre in terza posizione si è piazzato il Mumm 30 “Bianca” di Alfredo Pedrazzani.
Grande battaglia in classe ORC B, dove in testa alla classifica si sono piazzati i due Soling “Anda Guapa” e “Grifone”, timonati rispettivamente da Federico Boracchi e Marco Garrone. Le due imbarcazioni storiche, si tratta infatti di natanti con oltre 24 anni d’età, hanno saputo mettersi alle spalle il J-24 “Maly X” di Marco Nova, giunto terzo sulla linea del traguardo, e il J-24 “Bruschetta Guastafeste” che ha terminato in quarta posizione.
Bella lotta anche in classe ORC C, dove l’H Boat “Va’ Pensiero” di Adriano Vitali l’ha spuntata sul First 210 “Dolasilla” di Alessandro De Felice che l’ha insidiato fino all’ultimo. Il terzo posto è andato ad Andrea Ratti sul suo Minitonner “Gullisara”.
L’attesissima regata lunga di domenica ha coinciso, in questa tappa del Campionato, con la 74^ Coppa Bellano, antica e prestigiosa manifestazione nata nel lontano 1901, anno in cui comparve per la prima volta nel programma regate del Regio Regate Club Lariano. Secondo il regolamento, a contendersi lo storico trofeo possono concorrere barche di qualunque tonnellaggio e la classifica finale viene calcolata in tempi compensati, applicando cioè a ciascuna barca un coefficiente che modifica il tempo reale impiegato a percorrere le otto miglia dei due giri del triangolo Bellano-Dervio-Acquaseria (San Siro).
Quest’anno, ad aggiudicarsi l’ambita Coppa è stato il Soling “Anda Guapa”, condotto da Federico Boracchi, del Circolo Vela Pescallo, con Andrea Negri e Stefano Rusconi.
Al secondo posto si è piazzato il Laser Radial di Andrea Vergottini del Circolo Vela Bellano, mentre in terza posizione il Finn di Nicola Roncoroni del Circolo Vela Moltrasio.
Si attende ora l’ultima tappa del Campionato, che si svolgerà in concomitanza con un altro tradizionale appuntamento velico: il Campionato Invernale Interlaghi a Lecco, in programma da sabato 29 ottobre a martedì 1 novembre. In quell’occasione verrà finalmente decretato il vincitore assoluto del Campionato Velico del Lario 2016.

[ commenta ] ( 41 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1054 )
A Domaso la breva la fa da padrona in occasione della 7° tappa del CVL2016 
Le due giornate sono state caratterizzate da una bella Breva che ha permesso lo svolgimento di tre prove tecniche sabato e la lunga di domenica per i 17 scafi partecipanti il tutto sotto la perfetta organizzazione a cura dello Yacht Club Como e del Circolo Vela Cernobbio. Ma veniamo alla cronaca: in classe ORC A a nulla valgono gli sforzi di contenere la furia del Melges 24 Epervier di Tino Brianza che conclude al primo posto tutte le prove disputate seguito da Mercenaria Gilda - il Keeler 28 di Matteo Costa - e dal Mumm 30 Bianca di Alfredo Pedrazzani che si alternano nelle varie prove fra secondo e terzo posto. In classe ORC B il J24 Bruschetta di Sergio lotta Agostoni si aggiudica il confronto testa a testa contro Narval, lo Streamline di Oriano Lanfranconi mentre l’altro J24 Maly X di Marco Nova chiude al terzo posto. In classe ORC C Dolasilla, Gullisara e Va Pensiero portano tutti a casa qualcosa: Dolasilla, il First 210 di Alessandro De Felice che per l’occasione ha imbarcato come tattico d’eccezione direttamente dalla classe Optimist il campione zonale 2015 Francesco De Felice, si aggiudica le prove tecniche del sabato ma è Va Pensiero , l’H Boat di Adriani Vitali a dettare legge pur pagando una squalifica nella prima prova ed infine il punteggio di tappa premia la costanza di Gullisara di Andrea Ratti che si aggiudica la tappa.
La sera di sabato abbondante cena per tutti i regatanti invitati per l’occasione dai Circoli Organizzatori.
Il prossimo appuntamento sarà il 24 e 25 settembre con la tradizionale Coppa Bellano.
Qui le foto a cura del CVC e YCMV

[ commenta ] ( 36 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1044 )
Condizioni variabili in occasione della 6° tappa del CVL2016 
Si e' disputata a Gravedona la sesta tappa del Campionato Velico del Lario Orc, evento organizzato dal locale circolo AVAL-CDV.
Condizioni molto variabili durante l'intero week end che ha visto breva e tivano non entrare mai in maniera decisa sul campo di regata e determinando domenica l'accorciamento della regata lunga che portava le barche da Gravedona a Bellano per poi far ritorno a Gravedona.
Mercenaria Gilda, il Keeler 28 del Circolo Vela Cernobbio e timonato durante il weekend dal comasco Giovanni Puntello , ha approfittato dell'assenza di Epervier per aggiudicarsi tutte e tre le regate in classe A ed ha preceduto il Farr 30 Bianca di Alfredo Pedrazzani.
In ORC B affermazione del J24 Bruschetta Guastafeste di Sergio Agostoni che continua il suo duello con la gemella MalyX di Marco Nova arrivato secondo mentre al terzo posto, e per completare la tripletta J24, sale Massimo Favero con il suo Avalon.
Sempre serrata e con i soliti protagonisti la Classe C che vede il successo di Andrea Ratti su Gullisara seguito da Alessandro De Felice con Dolasilla mentre il terzo posto e' conquistato dall'Hboat Va Pensiero di Adriano Vitali.
Prossimo appuntamento a Domaso dopo la pausa estiva per la settima tappa il 3-4 settembre organizzata dallo Yacht Club Como in collaborazione con il Circolo Vela Cernobbio.


[ commenta ] ( 37 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1137 )
LNI-Mi e Orza Minore alla guida della 5° tappa del CVL2016 
Dervio ha ospitato la quinta tappa del Campionato Velico del Lario ORC e sono stati due i circoli che hanno curato l’organizzazione dell’evento: la Lega Navale di Milano ed Orza Minore. Condizioni di vento ottimali in entrambi i giorni di regate poiche’ la breva non ha mai smesso di soffiare sebbene meno intensamente sabato, giornata in cui si sono disputate 3 prove tecniche intorno alle boe. Domenica invece il tipico vento da sud ha soffiato in maniera piu’ decisa e la prova offshore di 13 miglia che ha portato le barche da Dervio a Domaso e ritorno, ha esaltato la velocita’ delle barche piu’ performanti ed ha regalato uno spettacolo di colori sul lago davvero notevole. Tutto cio’ grazie anche al fatto che erano ben 26 le imbarcazioni al via. La tappa Derviese e’ stata anche prova di una regata nazionale della classe H22 che sabato ha disputato le tre prove tecniche con partenze separate mentre domenica la partenza e’ stata unica per tutte e 26 le imbarcazione.
In classe ORC-A dominio incontrastato del solito Epervier il Melges 24 di Tino Brianza per Top Vela Lago Maggiore che ha lottato per tutto il week end con il team Cernobbiese di Mercenaria Gilda dando vita a duelli di grande valore tecnico ed agonistico cosi come pure e’ stata bella la battaglia in classe B che ha visto un ispiratissimo Federico Boracchi del Circolo Vela Pescallo a bordo del suo Soling, aggiudicarsi le regate inshore di sabato. In classe C la meritatissima vittoria e’ andata ad Alessandro De Felice della Lega Navale di Milano che nelle acque di casa ha trovato l’ispirazione giusta per questa bellissima vittoria di tappa.
In classifica generale dopo 15 regate disputate e 5 tappe di Campionato la situazione vede il consolidamento della prima posizione in classe A di Epervier mentre Alessandro Politi con il suo Gemell e Matteo Costa con Mercenaria Gilda sono divisi da soli due punti.
In classe B il podio provvisorio vede i due J24 di Sergio Agostoni e di Marco Nova ai primi due posti mentre al terzo di conferma il D772 di Stefano Dalledonne.
In classe C Adriano Vitali del Circolo Vela Bellano conduce sul minitonner Gullisara di Andrea Ratti mentre terzo e’ il gia’ citato Alessandro de Felice.
Da sottolineare il fatto che nella regata lunga di domenica si assegnava anche il 1° Trofeo Citta’ di Dervio che era riservato alla prima barca che tagliava il traguardo in tempo reale. La lunga cavalcata da Dervio a Domaso e ritorno ha visto il Keeler28 Mercenaria Gilda di Matteo Costa tagliare per primo il traguardo aggiudicandosi cosi il prestigioso trofeo. Alle sue spalle Epervier che, nonostante la penalizzazione per una partenza anticipata e’ riuscito a rimontare tutta la flotta e giungere alle spalle di Costa.
Prossima tappa tra due settimane a Gravedona per la disputa del sesto appuntamento di Campionato.


[ commenta ] ( 52 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1164 )
Organizzazione perfetta per la 2° tappa del CVL2016 


Si e' svolta nelle acque antistanti il Circolo Vela Tivano di Valmadrera che ne ha perfettamente curato l'organizzazione, la seconda tappa del Campionato Velico del Lario ORC. Cosi come era successo in occasione della prima tappa di Como anche a Valmadrera sono state venti le barche a scendere in acqua suddivise nei tre raggruppamenti ORC. Condizioni di vento particolari nei due giorni di regate poiche' sabato la breva da sud non ha mai soffiato oltre i sei nodi consentendo comunque la disputa di due prove a bastone mentre domenica il consueto tivano della mattina ha consentito una sola prova poiche' debole ed instabile.
In classe ORC-A vittoria e conferma di Tino Brianza con il suo Melges24 Epervier che pare davvero non avere rivali quest'anno tra le barche piu' perfomanti. In classe ORC-B vittoria del J24 Bruschetta Guastafeste di Sergio Agostoni mentre in classe ORC-C il bellissimo e datato minitonner Gullisara di Andrea Ratti e' riuscito ad imporsi. Dopo sette prove di Campionato la classifica generale vede dunque in classe A il primato di del Melges24 Epervier, il secondo posto del Keeler28 Mercenaria Gilda di Matteo Costa mentre sul terzo gradino sale Alessandro Politi con l'altro melges24 Gemell. In classe B conduce il J24 MalyX di Marco Nova seguito dal D772 Catmaz di Stefano dalle donne mentre al terzo posto sale Bau Bau di Giuseppe La scala. In classe C mantiene il primato l'Hboat Va Pensiero di Adriano Vitali, secondo Andrea Ratti con il suo Gullisara ed al terzo posto si conferma Alessandro De Felice con Dolasilla.
Il Circolo Vela Tivano ha dedicato un premio speciale a Matteo Costa per l'impegno che il velista comasco ha profuso negli ultimi tre anni per lo sviluppo dell'ORC di cui e' capoflotta , sul lago di Como.
Prossima e terza tappa del Campionato Velico del Lario il week end del 4-5 giugno a Bellagio con l'organizzazione del Circolo Vela Pescallo.

Qui le foto della regata
Qui le foto della premiazione
Qui il video fotografico


[ commenta ] ( 42 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1285 )

| 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | Altre notizie> Ultima>>