Viverone - Zonale Fireball e Trofeo Zaccuti 
Questo piccolo ma interessante lago prealpino incastonato nelle placide e lussureggianti colline del Torinese che diede i natali nel lontano 1967 all’associazione Italiana Fireball ogni anno ad inizio di stagione si anima di tanti appassionati velisti e sostenitori della mitica deriva progettata da Peter Milne. Luogo del ritrovo la storica sede del Circolo Nautico Torino che da anni organizza per loro la regata di apertura del campionato zonale di classe. Ad unirsi a loro una multiforme brigata di appassionati velisti attratti dal Trofeo Zaccuti messo in palio dall’omonima famiglia e riservato alle derive classiche. La formula della manifestazione e’ legata essenzialmente alla tipologie di barche in regata: I fireball e altre derive che raggiungono almeno i cinque equipaggi lottano con la formula dell’One Design, le altre derive che partecipano al trofeo, gareggiano in tempo compensato adottando i compensi normalizzati ed accettati da tutti i circoli che ruotano attorno a quelle rive, mentre i cabinati vengono suddivisi in cinque classi metriche. “Abbiamo adottato questa formula perche’ piu indicata per i regatanti che frequentano il nostro specchio acqueo” cosi il presidente del sodalizio Fabrizio Pasturino. Quest’anno hanno preso parte alla manifestazione dieci equipaggi di fireball, dodici in libera e sei nei cabinati. La giornata sin dal primo mattino si e’ presentata assolata e particolarmente calda con temperature di oltre 6 gradi sopra la media di stagione. Con queste condizioni climatiche le termiche locali hanno avuto grande difficolta’ a partire e soprattutto a stabilizzarsi. Il Comitato di Regata presieduto dall’Ufficiale Enea Beretta viste le precarie condizioni iniziali ha ritenuto piu’ opportuno attendere che si stabilizzasse la situazione. Intorno a mezzogiorno l’inizio delle procedure di partenza per la classe fireball seguita dai libera e a chiudere i cabinati. La prova si e’ conclusa regolarmente per la gioia di tutti. Un poco piu difficoltoso il posizionamento del campo in occasione della seconda prova per i continui salti di vento seguiti da interminabili mollane. La determinazione di tutti e’ stata comunque premiata perche’ intorno alle 15:00 si e’ aperta un’altra finestra d’aria che ha permesso di concludere felicemente la manifestazione. Ottima l’accoglienza offerta dal Circolo Nautico Torino che ha predisposto per l’occasione un servizio grill capace di preparare prelibate grigliate per tutti.
A vincere la tappa dello zonale Fireball il Presidente Nazionale di Classe ITA 14858 ( Filippo Baretti con Comoli Davide ), a pari punti in seconda posizione ITA 14382 ( Zorzi Carlo con Maero Marco ) e a chiudere il podio ITA 14380 ( Campo Erik con Moretta Massimo ). In Libera e’ Crestini Paolo con Bigliati Elisa sul 470 ITA 3942 ad accaparrarsi il trofeo Zaccuti a seguire la brava Vigo Ilaria su Europa ITA 1171e a chiudere Castagnoli Manlio al timone di una performante star. Nella metrica 1 e’ Lai Mario su ITA 4608 ad avere avuto la meglio sul resto della flotta. In Metrica 2 e’ Ugo Terenzio su ITA4 infine in 3 Vallebona su ITA 23012. La festa di chiusura che e’ seguita alla cerimonia delle premiazioni e’ stata particolarmente sentita da tutti perche’ a permesso di vivere un momento di svago in un clima sereno tra vecchi e nuovi Amici. Classifiche: Fireball, Libera. Le foto dell’evento sono disponibili nel fotoalbum di lariovela.
(Redazione di lariovela.it)

[ 1 commento ] ( 190 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1634 )
11 Apr. - Lago di Viverone - Trofeo Zaccuti e zonale fireball  
“Una giornata memorabile” il commento del responsabile della flotta fireball di stanza a Viverone Filippo Baretti. E’ una vita che frequento questo lago perche’ qui ci sono gli amici che hanno condiviso con me le piu belle regate e in tanti anni non mi e’ mai capitato di trovare condizioni cosi favorevoli!” Per la verita’ la giornata e’ cominciata sotto una fitta pioggia terminata giusto in tempo per dare inizio alle procedure di partenza di contro il vento non e’ mancato. In occasione della prima prova spirava un nord/nord est d’intesita’ compresa fra 4 e 5 m/s che a tenuto sino alla fine permettendo alla flotta di completare il percorso in 55 minuti. Tra la prima e la seconda prova un salto di una trentina di gradi ha costretto il Comitato di Regata a riaggiustare la geometria operazione compiuta in pochissimo tempo grazie alla professionalità del posa boe Carlos Wenzel e ai fondali di questo grazioso laghetto di origine glaciale che ben si prestano a questo tipo d’operazione. Sotto il profilo dei risultati si segnala la vittoria dell’equipaggio composto dal responsabile di flotta Baretti Filippo e Comoli Davite, In seconda posizione Musso Enrico con il fratello Alberto, terzo Lavelli Renato con la sorella Elena. Contemporaneamente allo zonale si e’ svolta la regata sociale Trofeo Zaccuti assegnato quest’anno alla classe libera in quanto la 420 era impegnata a Mandello del Lario. Nella libera hanno partecipato poco meno di una decina d’imbarcazioni per lo piu derive. Vince il magnifico trofeo Zaccuti Prestipino Giorgio seguito a ruota da Grillo Carmelo (laser) e Vigo Ilaria (Europa). “La pioggia della prima parte della mattinata e le temperature ancora rigide nonostante la stagione, hanno scoraggiato gli armatori dei cabinati che solitamente partecipano in forza a questa sociale d’apertura. Nonostante cio’ posso ritenermi soddisfatto per come si sono svolti gli eventi. Un ringraziamento particolare alla terna dei giudici (Franca Vene’, Enea Beretta, Oliviero Taliani) che ha condotto la regata in modo egregio, all’assistenza in acqua e ai regatanti per la correttezza e simpatia dimostrata nei nostri confronti.” cosi il Presidente del Circolo Nautico Torino Fabrizio Pasturino in occasione della cerimonia delle premiazioni. Nel fotoalbum di lariovela i migliori scatti della manifestazione.
(Redazione Lariovela.it)


[ commenta ] ( 38 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1639 )

| 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 |