Colico 17/18 Settembre 2022 penultima tappa del CVL2022 
Ad accogliere la flotta ORC del Lario sabato scorso un favonio veramente sopra le righe. Non avrebbe avuto senso affrontare questa vera e propria Ira di Giunone con raffiche misurate a terra di una quarantina di nodi. Per una volta pero’ gli Armatori del Lario essendo gia’ presenti in loco perche’ quindici giorni prima s’e’ disputata la sesta tappa nella stessa porzione di lago non hanno fortunatamente dovuto affrontare i marosi per raggiungere il campo di regata. Tutti a terra dunque a farsi coccolare dal responsabile di flotta ORC del Lario Enea Beretta che vista la malparata s’e’ dato da fare per far sentire a proprio agio Armatori ed Atleti nelle belle strutture dello Sporting Club di Paolo Persichetti e nelle generose mani dell’Amico Carlo Restano dello YC Domaso. Una giornata di relax che tutto sommato e’ servita a saldare ulteriormente i legami tra gli armatori e atleti della flotta del Lario. Domenica la situazione meteo e’ andata via via in miglioramento. Sin dalla mattinata un rimasuglio di nord non ha permesso di pianificare le tecniche ragion per cui s’e’ optato per dare corso alla lunga sulla rotta Domaso, Corenno Plinio, Domaso. Visto i pregressi e in ragione delle difficolta di natura logistica per la concomitante presenza delle derive del Geas NbC Affiliato che ha gestito il campo di Regata per entrambe le flotte si e’ optato per una partenza di poppa se si fosse stati in presenza di vento da Nord inferiore a 5 Kn. In occasione dello start il nord ancora presente scema a 3 nodi ragion per cui il Comitato di Regata Presieduto dall’Ufficiale Oliviero Taliani opta per la partenza di poppa come concordato. La flotta gradisce la scelta e si dispone ordinatamente sulla linea mantenendo come richiesto le vele portanti sotto coperta. Allo start tutti gli spy a riva e via in una esplosione di colori per affrontare questa penultima lunga su una rotta non facilissima da affrontare per le insidie sempre presenti in prossimità della penisola dell’Olgiasca. Ad un terzo del lato il nord si spegne definitivamente ma la breva a soli 2 miglia di distanza lascia ben sperare. Pochi minuti di stop per il riassetto delle piano velico poi via per una bella bolina sino a raggiungere la boa al traverso della centrale elettrica di Corenno Plinio. Ad attendere le barche il CdR di metà percorso presieduto dall’Ufficiale Antonio Giovenzana poi di nuovo via di poppa con spinnaker e gennaker a riva per la cavalcata finale che tanta soddisfazione ha riservato alla flotta. La classifica generale per la verità non esprime il vero potenziale delle barche in acqua consigliamo di visionare le tabelle dei tempi (pubblicate oggi per la verità) che ben si prestano a mettere in risalto le performance delle barche in regata. Ed allora vediamo che su un percorso di circa 8 miglia nautiche sebbene il melges 24 Neghene’ giunga sulla linea di arrivo con ben 12 minuti e 8 secondi di anticipo sul J24 Bruschetta Guastafeste quest’ultimo nel compensato abbia nuovamente avuto la meglio di ben 2 minuti su una regata di due ore. Forse qualche ragionamento su alcune tipologie di imbarcazioni minialtura varrebbe la pena che si facesse ma non e’ nostro compito. In terza posizione del raggruppamento OD il J80 Futura che in compensato giunge con 3 minuti di distacco dal J24. Nel raggruppamento Club sebbene tra i primi due si presenti un distacco in reale di poco meno di 8 minuti il compensato premia l’Este 24 Fantaghiro timonato dall’asso dei Fun Adriano Vitali su Catmaz D772 di Stefano Dalle Donne per un solo minuto e un secondo in compensato! Qui la battaglia e’ piu sentita in quanto i distacchi sono ragionevoli e i salti di posizione sempre presenti. Di interesse anche la battaglia fra le piccole della flotta First con soli 11 minuti in compensato tra le due barche in questo caso pero’ giustificati dalle indubbie capacita di Beatrice e del suo timoniere Gianluigi Valli di portare il First 211 con maggiore attenzione. Infine lasciate che riservi un grazie sentito anche alle barche che ancora non sono state in grado di esprimere il loro vero potenziale ma che hanno piu di altri compreso il vero significato di flotta. Ebbene e’ anche e soprattutto a queste presenze che il nostro campionato continua a vivere. Lo dico a me stesso ma credo sia importante che tutti si ragioni su questo aspetto. Sappiate dunque che questi Armatori sono sempre i primi a rispondere alle chiamate del rappresentante di flotta e tendenzialmente sono piu generosi sia di buoni consigli che di contribuzioni. Una risorsa di valori che deve essere preservata per gli anni futuri. A questo punto solitamente inserisco i link delle foto e dei video prima ancora desidero ringraziare il Direttivo Tutto del Geas Nbc di Colico che nonostante le difficolta’ incontrate sulla logistica non attribuibili alla loro volontà hanno risposto con grande generosità alle richieste della flotta mettendo d diposizione uomini e mezzi per farci divertire. Un grazie particolare all’Amico Carlo Restano che ci ha fatto avere delle belle foto delle due tappe che trovate qui e al nostro fotografo ufficiale Paolo Vanni che ci ha immortalati in occasione della giornata di relax Qui le foto e in occasione della lunga il filmato ripreso dal nostro drone. Prossimo appuntamento 22/23 Ottobre presso il Circolo Vela Pescallo altro Affiliato che tanto sta facendo per la crescita della nostra bella flotta.
Cari saluti e a presto rivederci…
Segreteria Flotta ORC del Lario


[ 1 commento ] ( 3 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 86 )

<Indietro | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | Altre notizie> Ultima>>