Lecco- Domaso Erika Cup 
Sabato 20 e domenica 21 si e' disputata la penultima tappa del Campionato Velico del Lario 2014 che nella giornata di sabato prevedeva la regata long distance da Lecco a Domaso mentre domenica la disputa dell'edizione 2014 della storica Erika Cup a Domaso. Al via della lunga di sabato una ventina di barche divise nei due raggruppamenti ORC che alle 13.00 in punto si sono date appuntamento sulla linea posizionata nello specchio acqueo prospiciente la Canottieri Lecco. Poco, pochissimo il vento che, nonostante un'apparente rinforzo dopo Mandello del Lario, e' calato completamente quando le prime imbarcazioni avevano raggiunto Varenna. All'interruzione della regata era Mercenaria Gilda, portacolori del Circolo Vela Cernobbio, a guidare il gruppo tallonata da vicino da Epervier di Tino Brianza e dall'H22 Pobeda di Marco Frigerio. Una decisione sofferta ma inevitabile se si considera tra l'altro che a Bellano, dunque solo un miglio piu' avanti, era stato previsto un cancello intermedio che avrebbe dato la possibilita' al presidente del Comitato di regata Enea Beretta di poter dare gli arrivi intermedi e dunque rendere valida la regata. Motori accesi dunque e trasferimento a Domaso per la storica Erika Cup che da molti anni e' un appuntamento di grande prestigio sul nostro lago e che la famiglia Mauro mette in palio per ricordare la giovane figlia.

Domenica alle 13 il via sotto una breva irregolare che girava molto a destra e che sotto raffica diventava insidiosa proprio perche' improvvisa e con angoli molto incostanti. Il percorso prevedeva la partenza davanti alla sede della Canottieri Domaso e dopo un corto disimpegno di bolina, la discesa fino alla foce dell'Adda e la risalita fino alla punta di Piona, percorso da completare per due volte. Con aria sostenuta il passo del Keeler 28 Mercenaria Gilda e' impressionante tanto che dopo aver preso la testa del gruppo, la barca timonata da Matteo Costa con in equipaggio Andrea Marchini, Cristiano Elli, Roberto Rigamonti e Marco Nava, ha continuato lato dopo lato, ad incrementare il vantaggio soprattutto di lasco dove la potenza della barca disegnata dall'ingegnere comasco Luca Pusterla e' davvero incredibile. Mercenaria Gilda taglia dunque per prima il traguardo seguita dal primo Melges 24 Epervier di Top Vela Lago Maggiore sempre a proprio agio tra i venti lariani e che domenica schierava in equipaggio Elena Beneggi, Nicola Roncoroni ed Andrea Della Vecchia. A seguire gli atri due Melges 24 di Antonio Volpi ed Alessandro Politi mentre al quinto posto si classificava proprio il Crocodile 25 Erika di Mirko Mauro.

A dominare la classifica generale del gruppo A dopo 24 prove ITA 383 Melges 24 di Ernesto seguito a 40 punti esatti ITA 283 J24 Nova Marco del Navy Blue Club. A chiudere il podio del gruppo delle performanti ITA 798 Melges 24 di Antonio Volpi Misulteam. Classifica ancora molto fluida per il Gruppo B. Solo tre punti separano la prima posizione ITA 2 First 211 di Arturo Latta dall’Explorer 20 ITA 16667 di Alfred Komin. ITA 1132 della Canottieri Lecco punto dopo punto si e’ guadagnata il podio.

La classifica di tappa ORC dell'Erika Cup vede la vittoria del J24 Dejavu di Ruggero Spreafico, il secondo posto di Tino Brianza con Epervier, il terzo dell'altro J24 Bruschetta di Sergio Agostoni.

Prossimo ed ultimo appuntamento sabato e domenica prossima per la Coppa Bellano che decidera' le classifiche del Campionato Velico del Lario e che vedra' nella giornata di domenica, proprio dopo la disputa della storica Coppa Bellano, la premiazione finale.

A seguire le bellissime foto di Francesca Fiori SCL che ringraziamo per la professionalita' e simpatia.
http://canottierilecco.wordpress.com/20 ... erika-cup/

[ commenta ] ( 48 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1304 )

<<Prima <Indietro | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | Altre notizie> Ultima>>