A Bellano a vincere e’ la determinazione del Comitato di Regata 
Sebbene la meteo non fosse delle migliori lo scorso fine settimana grazie alla determinazione del Comitato Organizzatore e in modo particolare del bravo Ufficiale di Regata Fernando del Parigi a cui vanno i nostri complimenti per aver condotto le prove completamente solo sulla barca comitato, si e’ regolarmente regatato. Sabato pomeriggio dopo un tentativo di partenza con nord, tutto e scemato e per una buona oretta c’e’ stata bonaccia. La flotta non s’e’ lasciata perdere l’occasione per fare un buon bagno ristoratore viste le temperature tropicali dei giorni precedenti. Tempo di riprendere fiato e una bella breva richiamata da una cella di bassa pressione centrata sulla fascia alpina ha permesso il disputarsi di una bella prova tecnica che ci ha ripagati della lunga attesa. Buona la partecipazione con poco meno di una ventina di imbarcazioni suddivise nei tre raggruppamenti previsti dal Regolamento del CVL2021. Nel gruppo A sebbene i ragazzi di Neghene’ su Melges 24 mantengono la prima posizione La new Entry Luna Maxi Dolphin di Boracchi tallona ad un solo punto di distacco. Buona la performance di Cocomero & Champagne il viper 640 di Lanfranconi che si porta a casa un meritato terzo posto. Nel gruppone B dominano le ragazze di Bruschetta a cavallo del loro J24. A fare certamente la differenza un equipaggio rodato che si muove in regata con grazia qualunque timoniere sia al comando. In seconda posizione nella classifica di tappa un altro J24 comandato da Mauro Benfatto che sebbene responsabile di flotta j24 non disdegna di partecipare a qualche nostra tappa. Grazie Mauro! In terza posizione l’equipaggio di Fantaghiro’ di Tomaso Gariboldi su Este 24 che alla sua prima uscita dichiara di avere intenzioni serie. Infine nel gruppo delle piccole e’ la Zia di La Cerra e Beretta su Illimit che al momento domina nella generale ma nella prova di tappa La bella Lena di Francesco Saccardo su first 211 coltello fra i denti non molla e fa sentire la pressione alla Zia. Peccato che il dottor Saccardo sempre preso dagli impegni ospedalieri anche domenicali non possa essere sempre presente. A chiudere la tecnica delle piccole Beatrice di Valli su first 211 che si porta in seconda posizione della generale. La seconda prova tecnica non si e’ potuta disputare per il peggiorare delle condizioni metero che facevano presagire l’arrivo di un violento temporale. Dovremo abituarci a questi scherzi della natura che si presentano con maggiore frequenza. La giornata domenicale non inizia benissimo a causa del permanere del maltempo ma ancora grazie alla determinazione di tutti e alla preveggenza del CdR che sabato in occasione del briefing ha dichiarato di voler anticipare la prova domenicale la prova lunga su percorso a quadrilatero non solo viene completata nel suo percorso di due giri! Alla partenza un gagliardo vento da nord richiamato dalla cella di bassa pressione passata oltre il Lario ha creato qualche tensione di troppo con la flotta accalcata sulla boa di partenza per poter prendere il largo e dirigersi alla prima boa di Dervio. Dopo qualche scaramuccia iniziale la flotta si e’ perfettamente adattata alla situazione godendo del buon vento che ha permesso il disputarsi del primo giro in tempi da record. Usciti dal cancello del primo giro nella tratta verso la boa di Dervio una mollana ha messo a dura prova i nervi delle piccole che con venti leggeri sono costretti a repentini cambi di velatura per mantenere una buona velocità. Parlando di loro per mancanza del Dott. Saccardo impegnato su altri fronti e’ andato in scena un appassionante match race tra la Zia e Beatrice. Complimenti all’equipaggio di Gianluigi Valli che ha lottato con i denti impostando la giusta tattica di copertura quando e’ stato al comando! Ci sembra giusto segnalare la bella performance di Luna di Boracchi federico che completa i due giri in 1h 55min e 54 sec. ma ancora di piu di Cocomero & Champagne che distacca il maxi di soli 6 sec portando a termine una prova di tutto rispetto per un barchino (mi perdonera’ Oriano) dalle dimensioni di una deriva. Certo il compenso non gli ha dato scampo nella Overall ma il risultato non viene scalfito minimamente. Tornando alla classifica in compensato in terza posizione i ragazzi di Futura di Longhi su j80 che completano la prova con un compensato di 2h 36min e 56 sec. in seconda Gallo Cedrone di Luca Nacci giunto 3 min dopo sempre in compensato e a chiudere Bruschetta Guastafeste condotta dal plurimedagliato Pier Puthod.

[ commenta ]   |  permalink  |   ( 3.1 / 54 )

<Indietro | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | Altre notizie> Ultima>>