Luglio a Dervio. Due giornate stupende 

In piena estate non e’ facile trovare giornate solive e ventose, si vede che la flotta ORC del Lario si meritava tanta benevolenza viste anche le difficoltà che ha dovuto affrontare per la scarsa disponibilità dei posti barca e non solo. Fortunatamente in questa occasione il porto nuovo marina di Domaso contattato dal nostro responsabile di flotta in Febbraio ci ha dato una mano mettendoci a disposizione i posti esterni del molo 1. Ben sedici le barche iscritte e quindici quelle partenti. Sembrano ancora numeri esigui se rapportati alle cinquanta barche pre-covid nella realtà pero’ sono il segnale che finalmente qualcosa va verso la normalità. Sta tornando la voglia di stare insieme e divertirsi facendo anche un poco di fatica. Energie che evidentemente non erano ancora disponibili ad inizio di stagione peccato solo che a Settembre e’ in programma la prova conclusiva di campionato. Vedreomo nel 2024 se questo desiderio verrà ulteriormente amplificato dallo sforzo di questi Armatori che prima di tutti hanno creduto nella bontà del progetto ORC2023. A tal proposito da segnalare la partecipazione di Gullisara che corre per i colori del politecnico di Milano egregiamente portata dal proff. Andrea Ratti. Ci ha fatto molto piacere ospitare in questa occasione anche “dulcin in fundo plus” del pass-president della classe italiana FUN Marco Redaelli e il ritorno di Bruschetta Guastafeste delle sorelle Ciceri senza contare che per la prima volta abbiamo visto regatare anche lo splendido rivetto “risiko” dell’Udr Nazionale Fernando del Parigi. Un particolare grazie va al Comitato Organizzatore del Geas NbC che ci ha messo a disposizione uomini e mezzi per una buona organizzazione in acqua. Senza questi Sig.ri non si sarebbe potuto far nulla. Un ringraziamento anche al Comitato di Regata presieduto dall’ufficiale Oliviero Taliani coadiuvato dal suo primo ufficiale Enea Beretta e Davide Capobianco. Ma bando alle ciance vediamo come si sono svolte le regate nella giornata di Sabato dedicata alle prove tecniche. Come preannunciato tre prove molto belle della durata media di una cinquantina di minuti sotto una breva inizialmente stabile tra i 7 e 10 Kn nelle prime due prove con qualche salto a destra di poco meno di trenta gradi in occasione della terza ed ultima prova. Al podio a conclusione delle tre prove tecniche in terza posizione Ita 1537 Futura dell’Armatore Longhi Fiorenzo seguito da ITA 24014 dell’Armatore Gariboldi Tomaso a chiudere il podio in prima posizione le sorelle Ciceri su ITA 469 Bruschetta Guastafeste. Nella lunga di Domenica sotto breva distesa sebbene meno intensa almeno in occasione della partenza prevale Gullisara ITA 9367 seguita a pari punti dalle Ciceri ITA 469 Bruschetta e a chiudere il podio in terza posizione Fantaghiro’ ITA 24014 l’Este 24 magistralmente portato da Adriano Vitali and Company. Diamo infine un’occhiata alle classifiche generali pubblicate a fianco. Nella inshore partendo dal primo “Neghene” a 11 punti seguito da Fantaghiro a un solo punto di scarto. A pari punti “Hidrogeno 21” seguito a ruota da “Futura”. Diversa la situazione nella generale offshore a conferma che ci sono Armatori a cui piace di piu navigare nelle lunghe che nelle tecniche. Il Campionato velico del Lario ORC si distingue anche per aver scelto di inserire sempre una regata lunga nel programma del fine settimana di regate cosi da accontentare un po tutti i gusti dei regatanti. “Fantaghirò” guida la flotta seguito da “CatMaz” dell’Armatore Stefano dalle Donne poi “Futura” ed infine il grand surprise SUI 180 “Melagodo” degli Armatori Mario Vecchio e Vittorio Vismara. In definitiva entrambe le classifiche sono apertissime per cui solo a Settembre quando si riapriranno i giochi a chiusura delle classifiche potremo proclamare i vincitori dell’edizione 2023 del Campionato Velico del Lario ORC.

Qui le foto a cura di Enea


[ commenta ] ( 3 visite )   |  permalink  |   ( 3.2 / 261 )

<Indietro | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | Altre notizie> Ultima>>